Iscriviti alla nostra newsletter:

Valuta : €

Iscriviti alla nostra newsletter

E-mail obbligatoria

Prima di continuare devi accettare le condizioni di privacy

No works for this artist.

Carena Felice

Carena Felice

Felice Carena (Cumiana, 13 agosto 1879 – Venezia, 10 giugno 1966) è stato un pittore italiano. Entra all'Accademia Albertina di Torino dove è allievo di Giacomo Grosso. Frequenta delle personalità del simbolismo, come i poeti Arturo Graf e Giovanni Cena, il critico Enrico Thovez e Leonardo Bistolfi. Nel 1906, si trasferisce a Roma inserendosi nella vita artistica e intellettuale della capitale. Nel 1912 espose alla Biennale di Venezia le opere del primo periodo romano che conclusero la fase simbolista. Scopre la Secessione (Franz von Stuck) e tra il 1913 e il 1915 si apre agli influssi...

Felice Carena (Cumiana, 13 agosto 1879 – Venezia, 10 giugno 1966) è stato un pittore italiano. Entra all'Accademia Albertina di Torino dove è allievo di Giacomo Grosso. Frequenta delle personalità del simbolismo, come i poeti Arturo Graf e Giovanni Cena, il critico Enrico Thovez e Leonardo Bistolfi. Nel 1906, si trasferisce a Roma inserendosi nella vita artistica e intellettuale della capitale. Nel 1912 espose alla Biennale di Venezia le opere del primo periodo romano che conclusero la fase simbolista. Scopre la Secessione (Franz von Stuck) e tra il 1913 e il 1915 si apre agli influssi della pittura francese di Cézanne e Matisse che rinnovarono profondamente il suo linguaggio pittorico. Nel periodo della prima guerra mondiale lavora poco e per meriti sul campo è nominato ufficiale di artiglieria. Si trasferisce ad Anticoli Corrado: in questo luogo, ritorna al "vero" con una ricerca di maggiore solidità costruttiva e di definizione dei volumi. Durante l'annata 1919 partecipe alla Promotrice di Torino con il quadro Contadini al sole. Nel 1922 organizza a Roma una scuola d'arte, frequentata da Pirandello e da Capogrossi, e nello stesso anno presenzia alla Biennale di Venezia. Nel 1924 è nominato docente all'Accademia di belle brti di Firenze e vi insegna fino al 1945. Diviene Accademico d'Italia nel 1933. A Firenze stringe amicizia con Ardengo Soffici e Libero Andreotti. Nel 1945 si trasferisce a Venezia dove lavora per il resto della sua vita. Fece parte del gruppo di 27 artisti che contribuirono alla decorazione della famosa valigia di cartone che radunò attorno a sé L'Ordine de La Valigia.

Espandi
© 2022. Vecchiato Arte Srl Powered by Cippest